Prega ebbasta!

Tempo di lettura 1:11

 

 

Siamo andati bene fino ad oggi, ora all'improvviso il problema del mondo cattolico e della chiesa tutta sono quattro parole in croce (epic fail)! La questione è paradossale perché tra lo sterminio dei cristiani, silenzioso ma in atto nei paesi africani e mediorientali, tra la desertificazione delle chiese, l'incapacità comunicativa dei portavoce di Cristo… mettici pure che invece di pensare all'anima si pensa alla politica… veramente il problema da risolvere oggi è una traduzione migliore?

 

Ovviamente il mondo ateo se non addirittura quello anticattolico in questa vicenda ci sguazza meglio di uno spezzatino nella puccia! Nuovamente pronti a cogliere una nuova occasione per bestemmiare  e vomitare un po' di odio, che da dove lo prendono lo sanno solo loro, visto che da atei si dovrebbe stare meglio… così dicono…

 

Vorrei invece porre l'attenzione sull'aspetto poliglotta del Nostro Padre. Preghiamo in Italia, pregano in Germania, pregano in Polonia, pregano in Russia, in Cina, in Giappone, in Africa, in America… direi che le parole non sono certo un problema per il nostro Creatore! Quindi? Quindi preghiamo con il cuore. Se pregassimo veramente con il cuore potremmo recitare anche questo Padre Nostro: sagflagfdsliunslkjcfhnwliuztouqieh che Lui ci capirebbe lo stesso!

Scrivi commento

Commenti: 0

RECENSIONE CLIENTI BY GOOGLE

MODALITÀ DI PAGAMENTO

CORRIERI SPEDIZIONI

SERVIZIO CLIENTI SHOP

800 141009 (num. naz.)

(In inglese, lun-ven 9:00 / 18:00)

service@spreadshirt.it